TeamLab Borderless: riaperto e reimmaginato ad Azabudai Hills

Pochi collettivi artistici hanno ottenuto il riconoscimento e l'appeal internazionale del gruppo TeamLab, fondato inizialmente nel 2001 a Tokyo, in Giappone. Composto da un ampio team di artisti visivi con diverse specializzazioni in computer grafica, ingegneria, programmazione e persino architettura, TeamLab è specializzato in installazioni e mostre d'arte all'avanguardia e basate sulla tecnologia, che si trovano in tutto il Giappone e nel mondo con temi diversi.

Entrance to TeamLab Borderless

Ingresso al TeamLab Borderless

Joshua Mueda

La sala iniziale in cui i visitatori entrano dopo aver visto la guida per l'utente è costituita da pareti alte con pannelli a LED e immagini in movimento comemotivi floreali e fogliacei, animali in marcia significativi per la storia del Giappone, calligrafie in movimento e altro ancora. Le pareti sono spesso interattive e i disegni sulle pareti reagiscono al tocco e al movimento.

Questo labirinto di pareti in continua evoluzione è chiamato "Mondo senza confini" e si sposta in diverse parti della mostra, ma al centro c'è un'ampia sala circolare con una formazione sopraelevata contro la parete di fondo che può essere scalata. Le diverse immagini sulle pareti hanno nomi diversi, tra cui "What a Loving, and Beautiful World" e "Reversible Rotation: Volare oltre i confini"

Borderless World

Mondo senza confini

Joshua Mueda

Borderless World digital walls

Pareti digitali del mondo senza confini

Joshua Mueda

Borderless World digital walls

Pareti digitali del mondo senza confini

Joshua Mueda

L'iconico "Infinite Crystal World" continua a essere una delle installazioni più rappresentative del TeamLab Borderless, costituita da catene di nodi LED che pendono dall'alto soffitto di una stanza interamente composta da pannelli a specchio. Le luci riflesse dalle pareti creano un'illusione di scintille infinite.

Una delle attrazioni più personalizzate e una delle preferite della sede di Odaiba, il "Future Park", incoraggia la creatività dei visitatori. In una stanza separata, è possibile realizzare schizzi fatti a mano e presentarli sulle pareti dell'adiacente sala "Sketch Ocean". Sono in vendita anche articoli che possono essere stampati sui bozzetti da portare a casa.

Future Park "Sketch Ocean" at TeamLab Borderless

Future Park "Sketch Ocean" presso il TeamLab Borderless

Joshua Mueda

"Infinite Crystal World" at TeamLab Borderless

"Mondo di cristallo infinito" presso il TeamLab Borderless

Joshua Mueda

Projected Lily Pads at TeamLab Borderless

Gigliere proiettate presso il TeamLab Borderless

Joshua Mueda

"Bubble World" at TeamLab Borderless

il "Mondo delle bolle" al TeamLab Borderless di Azabudai Hills

@kamechan.in.japan

La sezione "Microcosmoses" si attiene alla formula collaudata delle luci a LED e degli specchi, anche se in questa iterazione si aggiunge l'elemento del movimento, con sfere illuminate che scorrono su un binario. Ogni sfera è in grado di emanare fino a 43 colori diversi, e la combinazione dei disegni mutevoli all'interno delle sfere, dei movimenti mutevoli sui binari e dei riflessi degli specchi imita l'immagine di un cielo notturno pieno di stelle cadenti.

Il ritorno di un punto fermo di Tokyo

La pausa di due anni delle operazioni del TeamLab Borderless ha lasciato alcune domande ai visitatori e ai residenti della capitale giapponese. Il trasferimento era giustificato? Due anni di cessazione delle attività avrebbero portato qualcosa di nuovo?

Con lo spostamento dell'attrazione più verso il centro della città e come componente fondamentale del futuro complesso di Azabudai Hills, il ruolo della mostra come pezzo importante della scena artistica di Tokyo probabilmente si rafforzerà ulteriormente. Inoltre, la nuova disposizione, l'aggiunta di opere d'arte e le nuove installazioni la differenziano abbastanza dalla sua precedente versione da attirare nuovi visitatori e apprezzatori originali. Tokyo, da polo artistico qual è, può vantare con orgoglio il ritorno del museo d'arte più famoso del mondo, con intorno i fiorenti paesaggi urbani di una Tokyo di nuova generazione.

Borderless World digital walls

Pareti digitali del mondo senza confini

Joshua Mueda

Tutti nostre case

Ikebukuro, Tokyo

  • 61m²
  • 5 persone
  • Wi-Fi

Ikebukuro, Tokyo

  • 56m²
  • 5 persone
  • Wi-Fi

Ikebukuro, Tokyo

  • 43m²
  • 4 persone
  • Wi-Fi

Kami-Ikebukuro, Tokyo

  • 28m²
  • 2 persone
  • Wi-Fi

Kami-Ikebukuro, Tokyo

  • 97m²
  • 7 persone
  • Wi-Fi

Ikebukuro, Tokyo

  • 6 persone
  • Wi-Fi
Tutti nostre case a Tokyo (6)

Tutti nostre attività

  • Durata : 8 hour
  • Location : Tokyo
  • Durata : 2 hour
  • Location : Tokyo
  • Durata : 2 hour
  • Location : Tokyo
  • Durata : 5 hour
  • Location : Tokyo
  • Durata : 2 hour
  • Location : Tokyo
  • Durata : 8 hour
  • Location : Tokyo
Scopri i nostre attività (163)

Ultimi Articoli

La Galleria Kaikai Kiki

Si tratta di un punto di riferimento della scena artistica di Tokyo.

Il Shunkaen Bonsai Museum possiede una grande collezione di vasi, stampe e strumenti per curare i suoi mille bonsai.

Shunkaen Bonsai Museum

Dal 2002, il piccolo museo Shunkaean a Edogawa propone di scoprirel’arte del taglio di questi arbusti, nel rispetto delle tradizioni edell’armonia.

Pokemon, una delle star del Museo di Suginami Animation (Tokyo).

Museo dell'animazione Suginami

A soli 20 minuti da Shinjuku, questo museo del film d’animazione propone un’immersione completa (gratuita!) nel mondo dove il disegno prende vita.

Vedi gli articoli (20)